lunedì 2 giugno 2014

foto allo schermo dell' iphone: screenshot !!!

Con iPhone, noto dispositivo della marca Apple, è possibile catturare un’immagine di quello che in quel momento state visualizzando sul vostro cellulare. In gergo viene chiamato “screenshot”, ed è composto dalle parole inglesi “screen”, schermo in italiano, e “shot”, ovvero scatto (fotografico). 

La procedura è davvero molto semplice e veloce. Non dovete fare altro che premere contemporaneamente il tasto di accensione, posto in alto al vostro dispositivo, ed il tasto home, che si trova centralmente nella parte bassa.
Tutto qui, così semplice! Per trovare la foto appena scattata non dovete fare altro che andare in “Immagini” e da lì in “Rullino foto”.  

programma per scaricare video e musica da youtube

"Free Studio è un pacchetto tutto compreso che raggruppa tutte le applicazioni multimediali gratis sviluppate da DVDVideoSoft. Free Studio Manager contiene 8 sezioni per un facile accesso a qualsiasi applicazione: programmi per YouTube; MP3 e Audio; CD, DVD e BD; DVD e Video; Foto e Immagini; Mobili; Dispositivi Apple; programmi 3D.
Con questo software gratuito è possibile:
- convertire file video ed audio tra formati diversi e farlo per iPod, PSP, iPhone, BlackBerry, cellulari ed alcuni dispositivi mobili;
- masterizzare ed estrarre DVD e CD;
- caricare e scaricare video e musica YouTube sul tuo computer, iPod, PSP, iPhone e BlackBerry;
- montare file video ed audio;
- registrare video e catturare gli screenshot;
- creare video ed immagini 3D.
Free Studio non contiene né spyware né adware. È totalmente gratuito e sicuro da installarlo ed usarlo.
I prodotti da DVDVideoSoft sono freeware. Al fine di mantenere lo sviluppo dei prodotti e di fornirvi il software di alta qualità, DVDVideoSoft può impacchettare i link ad altri siti e le installazioni delle applicazioni di terze parti incluso le barre degli strumenti nei suoi prodotti. Ogni volta quando si installa i prodotti da DVDVideoSoft hai un'opzione da impostare per accettare tali installazioni o opt-out da loro."


Testato ed approvato da tuttopergiovani.blogspot.it

download sicuro softonic

http://free-studio-manager.softonic.it/




domenica 1 giugno 2014

iphone6 ultime notizie!!!

iPhone 6 è la prossima generazione di telefoni Apple, più potente e sottile, attesa verso l'estate 2014 o poco dopo. Secondo i rumors più affidabili, si tratta di un dispositivo dotato di display più esteso rispetto ad iPhone 5; probabilmente da 4,7-4,8 pollici, ma si vocifera perfino di una variante high-end da 5,5 pollici e display IGZO. Ecco perché sono trapelate risoluzioni discordati, rispettivamente di 1.920 x 1.080 pixel a 440 ppi e 2.272 x 1.280 pixel a 510 ppi.
Si parla inoltre di 2GB di RAM, ovvero il doppio del quantitativo installato attualmente sui gingilli iOS, e di un'inedita opzione di storage da 128GB come su iPad. La fotocamera frontale sarà aggiornata a 3.2 Megapixel, mentre quella posteriore resterà fissa agli attuali 8 Megapixel, anche se integrerà diverse migliorie nell'ottica e nella stabilizzazione delle immagini, per immagini più nitide anche in movimento.
È mistero sulla scocca in Liquid Metal, mentre è più probabile l'inclusione di un chip WiFi più veloce grazie all'adozione del protocollo 802.11ac già adottato nei prodotti Airport e in tutti i Mac.
Stando alle voci nelle catene di montaggio asiatiche, sembra che i preparativi alla produzione pilota negli impianti Foxconn siano iniziati a gennaio 2014, ma su questo sfortunatamente sussistono ancora dubbi. In fondo, c'è tempo per un eventuale debutto a settembre.
IPhone 6 sarà accompagnatpda nuovi accessori e sicuramente da iOS 8, la nuova versione dell'OS mobile di Cupertino focalizzata in particolar modo sulla salute degli utenti, probabilmente in abbinamento con iWatch.

esercizi di latini introvabili!!! 4

indicare il significato di queste coppie di sostantivi+participio in funzione attributiva e dopo declinarlo

magister docens
copiae pugnantes
puella canens
tempus currens

1. Magister docens = Il maestro che insegna

magister docens
magistri docentis
magistro docenti
magistrum docentem
magister docens
magistro docenti


2. Copiae pugnantes = Le truppe che combattono

copiae pugnantes
copiarum pugnantium
copiis pugnantibus
copias pugnantes
copiae pugnantes
copiis pugnantibus


3. Puella canens = La fanciulla che canta

puella canens
puellae canentis
puellae canenti
puellam canentem
puella canens
puella canenti


4. Tempus currens = Il tempo che corre

tempus currens
temporis currentis
tempori currenti
tempus currentem
tempus currens
tempore currenti


-------------------------------------------------------------------------------------------


tradurre i seguenti sostanti e poi scrivere il genere caso numero.

es
fugientes= genere masch/femm caso nom/acc numero plurale traduzione i fuggitivi/coloro che fuggono

rapientibus
punienti
agentis
lugentium
audientes
ponentibus
viventia
vigilantes
delirans
colentem
manentes
respondes
timentes
habitantis


- rapientibus = genere masch/femm/neutro; caso dativo/ablativo plurale; traduzione: a coloro che rapiscono/per coloro che rapiscono

- punienti = genere masch/femm/neutro; caso dativo/ablativo singolare; traduzione: a colui che punisce/per colui che punisce

- agentis = genere masch/femm/neutro; caso genitivo singolare; traduzione: di colui che fa

- lugentium = genere masch/femm/neutro; caso genitivo plurale; traduzione: di coloro che piangono

- audientes = genere masch/femm; caso nominativo/accusativo plurale; traduzione: gli ascoltatori/coloro che ascoltano

- ponentibus = genere masch/femm/neutro; caso dativo/ablativo plurale; traduzione: a coloro che pongono/per coloro che pongono

- viventia = genere neutro; caso nominativo/accusativo/vocativo plurale; traduzione: i viventi/coloro che vivono/o, viventi!

- vigilantes = genere masch/femm; caso nominativo/accusativo plurale; traduzione: i vigilanti/coloro che vigilano

- delirans = genere masch/femm/neutro; caso nominativo/vocativo singolare; traduzione: il delirante/o, delirante!

- colentem = genere masch/femm; caso accusativo singolare; traduzione: colui che venera

- manentes = genere masch/femm; caso nominativo/accusativo plurale; traduzione: i restanti/coloro che restano

- respondes = ???

- timentes = genere masch/femm; caso nominativo/accusativo plurale; traduzione: i paurosi/coloro che temono

- habitantis = genere masch/femm/neutro; caso genitivo singolare; traduzione: di colui che abita

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1. Mihi summum honorem et maximum negotium imposuistis.
- Mi avete conferito l?onore più alto e l?incarico più impegnativo.

2. Pompeius magnum numerum levis armaturae et sagittariorum in scaphas et naves imposuit.
- Pompeo pose sui battelli e sulle navi un gran numero di soldati armati alla leggera e arcieri.

3. Rumore adventus nostri Cassio, qui Antiochiae tenebatur, animus accessit.
- A causa della notizia del nostro arrivo tornò il coraggio a Cassio, che era detenuto ad Antiochia.

4. Orto sole, hostis ad vallum accessit; ante secundam horam tradiderunt arma ac se ipsos.
- Sorto il sole, il nemico si avvicinò al vallo; prima dell'ora seconda consegnarono le armi e se stessi.

5. Postquam Alcibiades exercitui praeesse coeperat, neque terra neque mari hostes pares esse potuerant.
- Dopo che Alcibiade iniziava ad essere a capo dell'esercito, né per terra né per mare i nemici potevano essere pari.

6. Nihil enim tam timeo quam ne, cum intelligant homines quantum misericordiae nobis tuae preces et tua salus allatura sit, obpugnent te vehementius.
- Infatti niente temo tanto quanto il fatto che, capendo gli uomini quanta compassione arrecano a me le tue preghiere e la tua salute, ti attacchino in modo più accanito.




-----------------------------------------------------------------------------------------------------



1. Dux naves in portibus relinquit et cum exercitu ad urbem appropinquat.
- Il comandante lascia le navi nei porti e si avvicina con l'esercito alla città.

2. Mox hostes impetum in Romanum exercitum facient.
- Presto i nemici faranno impeto contro l'esercito Romano.

3. Victum in domo mea invenietis.
- Troverete cibo in casa mia.

4. Hortatu consulis, equitatus in hibernis tenebatur.
- Su esortazione del console, la cavalleria era trattenuta nei quartieri invernali.

5. Caesaris ductu, multa bella a Romano exercitu vincuntur.
- Sotto la guida di Cesare sono vinte molte guerre dall'esercito Romano.

6. Mures coquae metum incutiebant.
- I topi incutevano paura alla cuoca.

7. Legatorum reditum nunc animo laeto exspectamus.
- Aspettiamo il ritorno dei luogotenenti con animo lieto.

8. Populi issu domum remeabo et Romae regnabo.
- Per ordine del popolo tornerò a casa e regnerò a Roma.

9. Imperator saltus vastat et ad montes pervenit.
- Il generale devasta i territori e giunge alle montagne.

10. Caius, populi postulatu, Romam relinquit.
- Caio, su richiesta del popolo, lascia Roma.

11. Antiqui Romani magistratus sunt consules; Athenis non consules, sed alii magistratus erant.
- I consoli sono antichi magistrati Romani; ad Atene non c'erano consoli, ma altri magistrati.

12. In omnibus tribubus hostiae Superis necabuntur.
- In tutte le tribù saranno uccise vittime per gli dei.

13. Legati, genua consulis manibus tenentes, veniam petebant.
- I luogotenenti, abbracciando le ginocchia del console con le mani, chiedevano perdono.

14. Aliae arbores in lacubus vivunt, aliae in fluminibus, aliae etiam in mari.
- Alcuni alberi crescono presso i laghi, altre presso i fiumi, altre anche presso il mare.

15. Dum Caesar exercitum ad flumen ducit, hostes in saltus ducam.
- Mentre Cesare conduce l'esercito al fiume, condurrò i nemici verso la gola.

18. Antiqui domi militiaeque bonos mores colebant: bella cum hostibus faciebant, domi pacem custodiebant.
- Gli antichi in pace e in guerra coltivavano i buoni costumi: facevano guerre con i nemici, in patria custodivano la pace.

19. Multae naves in Siciliae portubus post victoriam de piratis erant.
- Nei porti della Sicilia c'erano molte navi dopo la vittoria sui pirati.

20. Dulcia Iesu verba populo erant.
- Le parole di Gesù erano dolci per il popolo.











----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Nelle seguenti frasi italiane tradotte dal latino distingui i pronomi riflessivi e i non riflessivi.



1 ) Vi diranno molte cose incredibili.
2 ) Giovanotto, non lodarti troppo.
3 ) Il maestro chiamò a sé il discepolo pigro.
4 ) Marco era sempre con voi e vi difendeva con le parole e con i fatti.
5 ) Lucilio discuteva volentieri con il filosofo Seneca per la sua saggezza.
6 ) Stimiamo moltissimo l'uomo e i suoi magnifici doni.
7 ) I soldati catturarono il comandante dei nemici e lo uccisero.
8 ) Porto tutte le mie cose con me.
9 ) Il figlio promise al padre che non avrebbe mai nascosto la verità.
10 ) Spinti dall'amor vostro, spesso ci avete fatto del male.


1. Vi diranno molte cose incredibili. (non riflessivo)

2. Giovanotto, non lodarti troppo. (riflessivo)

3. Il maestro chiamò a  il discepolo pigro. (riflessivo)

4. Marco era sempre con voi e vi difendeva con le parole e con i fatti. (non riflessivi)

5. Lucilio discuteva volentieri con il filosofo Seneca per la sua saggezza. (non riflessivo)

6. Stimiamo moltissimo l'uomo e i suoi magnifici doni. (non riflessivo)

7. I soldati catturarono il comandante dei nemici e lo uccisero. (non riflessivo)

8. Porto tutte le mie cose con me.

9. Il figlio promise al padre che non avrebbe mai nascosto la verità. (riflessivo)

10. Spinti dall'amor vostro, spesso ci avete fatto del male. (riflessivo)



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Haud dubie Scipionis atque Maximi senectus nobis non misera existimanda est. Nec tamen omnes homines possunt esse Scipiones vel Maximi, ita ut pedestres navalesque pugnas, bella a se gesta, triumphos recordentur. Est etiam senectus placida ac lenis vitae actae quiete et pure atque eleganter. Talis fuit Platonis senectus, qui uno et octogesimo anno scribens est mortuus; talis fuit Isocratis, qui eum librum, qui Panathenaicus inscribitur, quarto et nonagesimo anno se scripsisse testatur atque vixit quinquiennium postea. Isocratis magister, Leontinus Gorgias, centum et septem complevit annos neque umquam in suo studio atque opere cessavit. Qui, cum quidam sciscitarentur cur longam vitam desideraret: < Nullum malum - inquit - in senectute invenio >.



Senza dubbio la vecchiaia di Scipione e di Massimo non deve essere considerata da noi deplorevole. Tuttavia non tutti gli uomini possono essere Scipioni o Massimi, così che siano ricordate le battaglie terrestri e navali, le guerre combattute da sé, i trionfi. Vi è anche una vecchiaia tranquilla e serena di una vita trascorsa con calma, onestà e correttezza. Tale fu la vecchiaia di Platone, che morì a ottantuno anni mentre scriveva; tale fu quella di Isocrate, che sostiene di aver scritto a novantaquattro anni quell'opera, che è intitolata "Panatenaico" e che visse in seguito cinque anni. Il maestro di Isocrate, Gorgia da Lentini, compì centosette anni e non è mai venuto meno al proprio studio e lavoro. Il quale, quando gli chiedevano perché desiderasse una vita lunga, disse: «Non trovo nessun male (=niente di male) nella vecchiaia».



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



1. Neronis palatii lacunaria ornamentorum plena erant.
- I soffitti della reggia di Nerone erano pieni di decori.

2. Leo animalium rex est, avium aquila.
- Il leone è il re degli animali, l'aquila degli uccelli.

3. Vectigalia pensitantur a probis civibus.
- Le tasse sono pagate dai cittadini onesti.

4. Venatores mortem animalibus dant.
- I cacciatori danno la morte agli animali.

5. Maria multarum regionum oras adluunt.
- I mari bagnano le coste di molti territori.

6. Parvo reti piscium multitudo a piscatore capiebatur.
- Dai pescatori era catturata una gran quantità di pesci con una piccola rete.

7. In ovili a pastore oves capraeque claudebantur, quod de montibus lupi famelici timebantur.
- Le pecore e le capre erano chiuse dal pastore nell'ovile, poiché erano temuti i lupi famelici dalle montagne.

8. Virgines in Cereris altaribus dona et florum spicarumque coronas ponebant.
- Le vergini ponevano doni e corone di spighe e fiori sugli altari di Cerere.



1. Gli animali sono in tre luoghi: nell'aria, nell'acqua e sulla terra.
- Animalia in tribus locis sunt: in aere, in aqua et in terra.

2. Le tasse spesso non sono gradite ai cittadini.
- Vectigalia saepe civibus grata non sunt.

3. Orno il collo con bei monili.
- Pulchra monilia collum orno.

4. I cuscini del mio letto sono morbidi.
- Cervicalia mei lecti morbida sunt.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------


 Una cosa è ricordare, un'altra sapere.

12. Io ho fatto codeste cose affinché tu ricordi, e a me è gradito che tu ricordi.

13. Alle donne si addice piangere, agli uomini ricordare.

14. La virtù non ammette di cedere alla sfortuna.

15. Ho conosciuto l'indole delle donne: non vogliono quando vuoi, viceversa vogliono quando non vuoi.

16. La nostra sorte è disprezzata da Dionigi: odio e odierò quell'uomo.

17. Anche coloro che la fanno, odiano l'offesa.

18. Ricorderemo che anche nei confronti dei più umili si deve osservare la giustizia.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Scipio vero Africanus turpe esse aiebat in re militari dicere "non putaram", videlicet quia exploratio et excusso consilio quae ferro aguntur administrari oportere arbitrabatur.



- In verità Scipione l'Africano sosteneva che in ambito militare fosse vergognoso dire "Non l'avrei creduto", certamente poiché riteneva che le azioni di guerra è necessario che siano compiute esaminati e considerati attentamente i piani


1. Mihi summum honorem et maximum negotium imposuistis.
- Mi avete conferito l?onore più alto e l?incarico più impegnativo.

2. Pompeius magnum numerum levis armaturae et sagittariorum in scaphas et naves imposuit.
- Pompeo pose sui battelli e sulle navi un gran numero di soldati armati alla leggera e arcieri.

3. Rumore adventus nostri Cassio, qui Antiochiae tenebatur, animus accessit.
- A causa della notizia del nostro arrivo tornò il coraggio a Cassio, che era detenuto ad Antiochia.

4. Orto sole, hostis ad vallum accessit; ante secundam horam tradiderunt arma ac se ipsos.
- Sorto il sole, il nemico si avvicinò al vallo; prima dell'ora seconda consegnarono le armi e se stessi.

5. Postquam Alcibiades exercitui praeesse coeperat, neque terra neque mari hostes pares esse potuerant.
- Dopo che Alcibiade iniziava ad essere a capo dell'esercito, né per terra né per mare i nemici potevano essere pari.

6. Nihil enim tam timeo quam ne, cum intelligant homines quantum misericordiae nobis tuae preces et tua salus allatura sit, obpugnent te vehementius.
- Infatti niente temo tanto quanto il fatto che, capendo gli uomini quanta compassione arrecano a me le tue preghiere e la tua salute, ti attacchino in modo più accanito.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



2. Veritas in omnem partem semper eadem est. [A]
- La verità è sempre la stessa in ogni parte.
* partem: da pars, partis; sostantivo di III declinazione, femminile, caso accusativo singolare

3. Non probamus consilium tuum istud. [A]
* consilium: da consilium, consilii; sostantivo di II declinazione, neutro, caso accusativo singolare

4. Illius mulieris assiduum fletum non fero. [A]
* mulieris: da mulier, mulieris; sostantivo di III declinazione, femminile, caso genitivo singolare.
* fletum: da fletus, fletus; sostantivo di IV declinazione, maschile, caso accusativo singolare

5. Avarus ipse miseriae causa est suae. [A]
- L'avaro di per sé è la causa della propria miseria.
* avarus: da avarus, avari; sostantivo di II declinazione, maschile, caso nominativo singolare

6. Hoc templum cives Marti dedicant, illud Iovi. [A il primo, P il secondo]
* templum: da templum, templi; sostantivo di II declinazione, neutro, caso nominativo singolare

7. Non eadem omnibus sunt honesta atque turpia.
- Non per tutti le stesse cose sono oneste o turpi.
* turpia: da turpis, turpe; aggettivo di II classe a 2 uscite, neutro, caso nominativo plurale

8. Vergilius ille dulcia carmina de agrorum vita scribebat. [A]
* carmina: da carmen, carminis; sostantivo di III declinazione, neutro, caso accusativo plurale

9. Istius procerae arboris radices tenaces longaeque sunt. [A]
* radices: da radix, radicis; sostantivo di III declinazione, femminile, caso nominativo plurale
* procerae: da procerus, procera, procerum; aggettivo di I classe a 3 uscite, femminile, caso nominativo plurale (concorda con radices)

10. Istis verbis dux exercitus sui militum animos pugnae parabat. [A]
* verbis: da verbum, verbi; sostantivo di II declinazione, neutro, caso ablativo plurale
* dux: da dux, ducis; sostantivo di III declinazione, maschile, caso nominativo singolare
* militus: da miles, militis; sostantivo di III declinazione, maschile, caso genitivo plurale

11. Avii Neapoli habitant et me confero in illam urbem. [A]
* avii: da avus, avi; sostantivo di II declinazione, maschile, caso nominativo plurale
* urbem: da urbs, urbis; sostantivo di III declinazione, femminile, caso accusativo singolare



1. Non omnes eadem sentimus. Non tutti sentiamo le stesse cose.

2. Procella evellit istas pinos. La tempesta ha sradicato codesti pini.

3. Apud illos homines benigne accepti sumus. Presso quegli uomini siamo stati accolti benignamente.

4. Omnes cives illi sermoni plauserunt. Tutti i cittadini applaudirono a quel discorso.

5. Ipsis manibus meis hunc hortum colui. Con le mie stesse mani ho coltivato questo giardino.

6. Istius arboris fructus carpite, pueri! Cogliete i frutti di codesto albero, ragazzi!



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------